giovedì 3 maggio 2018

La Caccia Selvaggia e' stata Cacciata...


E' fatta! dopo 72 ore di gioco, spalmate su poco più di due mesi, ieri sera ho finalmente visto l'end-game della campagna base di The Witcher 3: Wild Hunt, gioco che fin da adesso posso nominare come il mio personale GOTY 2018!
Grazie alle oculate decisioni che ho preso, sono riuscito ad ottenere uno dei finali buoni, nella fattispecie (OCCHIO: SPOILER), Ciri e' divenuta un witcher, Geralt si e' messo con Triss e vive felice, mentre Nilfgard ha vinto la guerra, ma la Temeria e' rimasta libera.
La recensione arriverà a breve, inizierò a lavorarci da stasera e spero di poterla pubblicare entro il week-end.

Nel frattempo ho inserito le due espansioni Blood and Wine e Hearts of Stone nel backlog: so che sono il meglio di tutto il gioco ma e' troppo tempo che vesto i panni di Geralt ed e' per me ora di cambiare genere. Le lascio quindi li in attesa di un po' di tempo per gustarmele con la dovuta calma in un futuro (molto) prossimo.

E adesso? Beh, credo che mi prenderò il mese di Maggio per scaricare un po' con titoli semplici e rapidi, iniziando da The Freedom Chronicles, ovvero i 3 dlc allegati al season pass di Wolfenstein 2, che mi sono regalato giusto oggi (e che mi daranno modo di mettere alla prova mio fiammante Logitech G903), e Wonder Boy: The Dragon's Trap su PS4, che da troppo tempo e' li in attesa di essere finito. A seguire un paio di avventure grafiche (Larry 7 di sicuro), giusto per ridurre un po' il backlog e molto probabilmente anche Dragon's Crown Pro, che dovrebbe uscire a giorni.

A Giugno si riprende col piano, con uno tra Dying Light: Enhanced Edition e XCOM 2, sebbene forse il primo lo vedrei bene come Gioco dell'Estate...

Nessun commento :

Posta un commento