martedì 23 aprile 2019

Now Playing - 23/04/2019

Sono riuscito a chiudere la partita a Vampyr prima della pasqua, ovvero prima che la mia sfiga-festiva mi procurasse quella che sembra essere una bella bronchite, che mi ha costretto a letto per Pasquetta: ne ho approfittato per portarmi avanti con Call of Duty: Modern Warfare Remastered, che prevedo di finire entro il prossimo week-end.

Tornando a Vampyr: il gioco mi e' piaciuto si e no: da un lato l'ambientazione e il plot sono molto interessanti, dall'altro la narrazione della storia e' un po' meh! (leggi: senza capo ne coda) e alcune meccaniche di gioco un po' cervellotiche e alcune scelte di gameplaydifficilmente comprensibili vanno a rovinare un (bel) po' l'esperienza complessiva. Il giudizio e' quindi un 'No'? Per qualche strano motivo mi sento più di dire un 'Ni', per qualcosa che poteva essere e non e' stato, ma che tutto sommato ha qualcosa di decisamente buono.

Aprile volge al termine, ed e' ora di rimettersi a lavorare al Piano 2019: salvo sorprese il titolo prescelto sarà Baldur's Gate II: Enhanced Edition. Le sorprese potrebbero essere costituite dala mia voglia di sparacchiare in giro che potrebbe portarmi ad anticipare il turno di Far Cry 5, visto che e' già da un po' di tempo che gli assolati paesaggi bucolici del Montana mi attirano come il canto delle Sirene.

Per altro qualche giorno fa ho potuto dare una occhiata veloce a Far Cry: New Dawn, spin-off / sequel di FC5 al quale non avevo dato credito a causa della sua ambientazione post-atomica e che invece sembra essere veramente interessante... Magari per la PS4 😋

mercoledì 17 aprile 2019

C'erano un Cavaliere, un Vichingo e un Samurai...

Il titolo di questo post sembra l'incipit di una barzelletta ma in realtà e' de-facto la trama di For Honor, Action/Picchiaduro/? (difficile dargli un genere reciso) di Ubisoft del 2017 al quale mi sono dedicato nel week-end al posto dell'oramai droppato Seven: The Days Long gone. Ieri sera, in poco più di due orette ho completato la campagna dei Cavalieri (e iniziato quella Vichinga) e per quel che mi riguarda di questo gioco ho visto tutto quello che c'era da vedere: probabilmente finirò "per sport" tutte e 3 le campagne prima di passare ad altro ma l'ho comunque già messo tra i giochi completati nel 2019.

Sostanzialmente il gioco, di stampo marcatamente multiplayer competitivo, si basa su gli scontri all'arma bianca tra due delle fazioni in gioco, con un arzigogolato sistema di guardie, attacchi e contrattacchi che lo rende molto più simile ad un picchiaduro che non ad un action. C'è da dire che comunque tutto quello che farete e' prendere a mazzate nemici per tutto il tempo (il gameplay e' abbastanza piatto e alla lunga noioso).

Giusto per chiarezza, nonostante il gioco abbia "una campagna memorabile" (copia & incolla dalla descrizione del gioco su Steam) comprarlo solo per questa e' una follia che sconsiglio a tutti di fare, nonostante il fatto che la Starter Edition costi grosso modo come un cinema + bibita e pop-corn grandi. C'è pero' da dire che Ubisoft ha regalato questa stessa edizione (che include la campagna) in almeno un paio di occasioni, dovesse ricapitare in futuro una occhiata alla campagna potreste anche darla (se piace il genere).

sabato 13 aprile 2019

Now Playing - 12/04/2019

E bon, siamo quasi a meta' mese e io sono sempre alle prese con lo scontro titanico tra la stanchezza serale e la voglia di giocare. Ma dove sono arrivato di preciso? Con Vampyr (PS4) sono quasi a meta' del gioco e sebbene la storia narrata non mi abbia particolarmente affascinato, tutto sommato mi sta piacendo abbastanza. Non essendo particolarmente complicato vorrei cercare di dargli una bella botta in questo week-end in modo da finirlo entro la prossima settimana e passare ad un secondo giro a Call of Duty 4 Remastered, sempre sulla console.

Lato PC, con Seven: The Days Long Gone sono di fronte ad uno stallo: il gioco francamente non mi sta prendendo per nulla: storia scialba e gameplay macchinoso e per nulla chiaro (qualcuno sa spiegarmi perché, se mi avvicino alle spalle di un nemico premendo il pulsante per effettuare un attacco silenzioso la cosa non sempre funziona?). Sono fortemente tentato di dropparlo e dedicarmi a qualcosa di più dinamico, tra le ipotesi c'è quella di anticipare la partita a Far Cry 5, visto che non mi dispiacerebbe affatto l'idea di un altro spara tutto.

Un altra potenziale idea potrebbe essere quella della breve campagna single di For Honor, (giusto per liberare i 40 e più gigabytes si spazio di istallazione) o anche a Dungeons & Dragons: Chronicles of Mystara. Potrei anche riprendere BattleTech ma al momento non mi va' molto... Ci dormirò su.

giovedì 11 aprile 2019

DCSS v0.23.2 Bugfix Release


Nuova bugfix release per per Dungeon Crawl, questa volta estesa anche alla vecchia versione stabile del gioco (la V0.22). La nuova versione va a sistemare i seguenti problemi:

  • Various seed-related bugfixes and improvements:
    • Seed input now supports pasting, and is autofilled from the last game.
    • The seed input box now has an extra digit.
    • The game seed is saved correctly and will no longer show as 0 for games started after this fix.
    • Seed stability for floating point calculations: for most configuration the main dungeon should remain unchanged, but 32 bit systems (and 32-bit builds) should now be much more stable, among others. Slime will likely differ.
    • Seed stability for rc options: certain rc options affected the generation of some layouts, leading to divergent seeds.
  • AK starts will no longer crash when exiting the abyss in pregen games.
  • Gozag bribe branch in pregen games now works correctly when entering a
  • previously unvisited level.
  • Meatsprint is now difficult again.

Ecco infine i links per scaricare questa nuova versione stabile del gioco e i trunk builds.

Happy Crawling!

martedì 9 aprile 2019

God of War (2018) - Recensione


Dopo essersi vendicato degli Dei, Kratos e' fuggito al nord per rifarsi una vita ed una famiglia, ma per lui non c'è comunque pace: dopo la morte della moglie lui e suo figlio Atreus ricevono una visita molto poco amichevole da parte degli dei Norreni, che per qualche motivo non gradiscono che il Fantasma di Sparta sia sbarcato sulla loro terra. Ma Kartos, seppur non più un giovincello, non e' tipo da tirarsi indietro quando c'è da prendere a mazzate nelle gengive mostri e divinità varie...

martedì 2 aprile 2019

Now Playing - 01/04/2019

Altro Week-end molto proficuo quello appena trascorso: ho completato sia la partita a Call of Duty: Infinite Warfare su PS4 che quella a RICO su PC.
Beh, a dirla tutta RICO non e' un gioco che si finisce in senso classico: non c'è un end-game vero e proprio, ma oramai credo di poter dire di aver visto tutto quello che c'era da vedere di questo interessante FPS, inclusa la necessità di una sistematina a diversi punti, ma per i dettagli dovrete aspettare la recensione.

Al momento, su PS4 ho iniziato una partita Vampyr, preso in extremis prima della chiusura degli sconti primaverili sul Playstation Store. Per quel che invece riguarda il PC, BattleTech dovrà aspettare ancora un po', visto che ho deciso di buttarmi su Seven: The Days Long Gone, di cui qualche giorno fa e' uscita la versione Enhanced, che include anche una espansione gratuita.

Questo di Aprile sarà un mese di "scarico" per rimpinguare la lista dei giochi completati (adesso siamo a 7) e far calare quelli nel backlog, prima di riprendere il piano 2019 a Maggio: qui sono molto indeciso tra Baldur's Gate 2 Enhanced o Pillars of Eternity 2: Deadfire, ma ho un mese di tempo per pensarci...

Ah! E sono indietro di 2 recensioni...

lunedì 1 aprile 2019

Diablo - Recensione


Durante gli anni 90, la rivoluzione 3D ha modificato le aspettative del pubblico rispetto ai videogiochi. Gli RPG, allora ancora prevalentemente caratterizzati dal ritmo lento del sistema a turni pagarono dazio rispetto a generi molto più immediati e frenetici come gli FPS. A salvare la situazione venne nel 1996 un gioco che oltre ad essere uno dei primi esponenti di un  nuovo genere di CRPG, (gli Hack & Slash), ebbe il grande merito di sdoganare il sistema di combattimento in tempo reale, che pur non essendo una novità per i video giochi di ruolo era rimasto confinato in pochi titoli: stiamo ovviamente parlando di Diablo.

domenica 24 marzo 2019

Now Playing - 24/03/2019

Fino a questo momento pensavo che questo sarebbe stato un ottimo week-end: venerdì sera ho finito la partita a Diablo, mentre nel pomeriggio di sabato ho completato quella a God of War, portando a 5 il numero di giochi completati nell'anno in corso e segnando la seconda spunta sull'elenco dei giochi del Piano 2019 con un mese di anticipo.

Preso dall'entusiasmo ho anche deciso di ritardare ancora un po' la ripresa della partita su PC a BattleTech per buttarmi su RICO, un interessante FPS a tema poliziesco fresco di rilascio dalla formula semplice ed immediata (studiata per il Co-Op ma godibile anche in single), che almeno per la prima ora mi ha convinto parecchio, e sebbene il pericolo "noia per ripetitività sia alto" ci sono tutte le premesse perché si riveli essere un ottimo prodotto.

La nota stonata e' arrivata invece con il titolo che avrei voluto/dovuto giocarmi su PS4, ovvero Left Alive. Purtroppo questo si e' rivelato una grossa delusione: in teoria dovrebbe essere uno spara tutto in terza persona con elementi stealth ma a lato pratico riesce veramente male in entrambe le cose. Se a questo unite anche un sistema di controllo macchinoso e confuso la frittata e' fatta.

Forse la cosa peggiore e' l'aver acquistato il gioco al day-one, pagando il prezzo pieno, che Left Alive davvero non si meritava. Ho già messo la mia copia in vendita su ebay, sperando di recuperare almeno una parte dei soldi spesi per acquistarlo. Nel frattempo ho adesso il problema di decidere con cosa sostituirlo e al momento l'opzione più probabile e' una seconda partita a Call of Duty: Infinite Warfare, questa volta sulla console di Sony.

domenica 17 marzo 2019

E Diablo sia!


Alla fine ho ceduto alla tentazione "Diabolica" e deciso di accantonare temporaneamente BattleTech per dedicarmi al redivivo (grazie a GOG) Diablo.
In poco meno di 7 ore di gioco sono quasi all'ultimo livello delle caverne, ovvero la terza parte del grosso dungeon del gioco, e sono quindi a solo 4 livelli dal trovarmi faccia a faccia con Diablo, sebbene l'incremento graduale di difficoltà mi fa pensare che questo non avverrà molto presto.

A distanza di così tanti anni dalla prima partita il gioco continua ad affascinarmi esattamente come la prima volta che provai la demo trovata in un CD Rom allegato a non ricordo quale rivista (TGM forse?): fu un vero colpo di fulmine che mi portò a prenotare il gioco al mio negozio di fiducia con diversi mesi di anticipo rispetto alla data di uscita.

Sto gia' anche raccogliendo materiale ed idee per la recensione, nella quale voglio anche puntualizzare come molte delle features di questo gioco siano diventate capi saldi di un intero genere, (gli H&S appunto). Credo (o spero) di riuscire a chiudere la partita entro il prossimo week-end, ma mi tengo comunque largo e mi accontento di dire che la dead-line e' la fine di questo mese.

domenica 10 marzo 2019

Now Playing - 10/03/2019

E' bastato un week-end di concentrazione per riaccendere quel fuoco che era avvampato in me durante le prime ore di gioco a God of War (che un po' era scemato a causa della mai proverbiale pigrizia) per farmi rimettere in pari, o quasi, con la partita.
Grosso modo al momento sono oltre la meta' e se mi ci metto di impegno sono sicuro di poter arrivare a vedere l'end-game entro le prossime due settimane, completando così il secondo gioco del Piano 2019 con un mese di anticipo sulla tabella di marcia.
Lato PC invece, l'effetto amarcord dovuto all'uscita di Diablo su GOG (in due serate mi sono spazzolato 3 livelli di dungeon) mi ha fatto un po' perdere di vista BattleTech, ma vedrò di recuperare  in questa settimana, con almeno un altro paio di missioni finite.