martedì 27 ottobre 2020

HOTAS Warthog Configs per DCS World v1.0.0

Sono settimane che rimando questo momento, ma penso sia arrivato il momento di pubblicare i profili per il joystick Thrustmaster HOTAS Warthog e (opzionalmente) la pedaliera Thrustmater TFRP per i seguenti moduli di DCS World:

Cosa hanno questi di diverso dai precedenti? Semplice, non sono stati realizzati con il software T.A.R.G.E.T. ma direttamente tramite il menu' di configurazione dei controlli di DCS World, cosa che permetter di mappare comandi altrimenti non raggiungibili. 

I profili marcati come 'ALPHA' o 'BETA' sono ancora molto sperimentali e di conseguenza incompleti e/o proni di cambiamenti drastici. Il pacchetto e' scaricabile dalla pagina dei Downloads.


lunedì 19 ottobre 2020

Now Playing - 19/01/2020

Sara' grazie al periodo, l'Ottobre dei giochi di Ruolo, ma indubbiamente nelle ultime due settimane ho raggiunto un paio di notevoli risultati in campo "ruolistico": il primo e' ovviamente il completamento della partita a Baldur's Gate II EE: Throne of Bhaal, del quale ho adesso una opinione decisamente migliore di quella che avevo dalla precedente run di tanti anni fa, probabilmente grazie al lavoro di sistemazione dei problemi fatto con la versione Enhanced del gioco.  La recensione e' in lavorazione e sarà pronta a giorni (si spera), mentre nella pagina dei Downloads ho gia' messo disponibile la nuova versione di Lothair, il personaggio con il quale ho affrontato la partita.

Il secondo risultato e' l'aver ripreso di buzzo buono la partita a Pillars of Eternity 2: Deadfire e questa volta sono decisamente determinato ad arrivarci in fondo, e le 14 ore di gioco dalla ripresa ne sono una buona prova: in effetti ho un po' faticato a riprendere le fila della storia e a chiarirmi le idee su le varie quest-line che si possono attivare giurando per la città di Neketaka, ma sono bastati un paio di buoni dungeon (in particolare quello della vecchia città), e qualche scontro in modalità a turni per farmi tornare la voglia di giocarlo e apprezzare il gran bel lavoro di Obsidian, sebbene abbia scoperto anche qualche piccolo bug.

Al momento sono impegnato in una quest tra le rovine dell'isola di Motare o Kozi, che fa tanto "tesoro della civilta' perduta" e che si preannuncia molto interessante. Magdalena e' arrivata al 10mo livello e con le sue due sciabole (per mantenere la tradizione) e' il mio tank principale, assieme ad Eder e Pallegina. Xoti, pur combattendo in prima linea e' la mia Healer, mentre Aloth funge da mago (ovviamente) e da combattente ranged, grazie ai suoi incantesimi. Potrebe essere saggio arretrare anche Xoti e dotarla di Balestra o arco, invece che spedirla in prima linea con due armi: devo provare questa cosa nelle prossime sessioni.

In tutto questo non ho dimenticato l'OCU sul Mirage 2000C su DCS World: nell'ultima settimana sono infatti riuscito a volare almeno un oretta la giorno organizzando una sessione di gioco serale extra.  Dopo aver appreso la conoscenza base del caccia grazie alla sua Chuck's Guide e fatto qualche ora di pratica ho iniziato la campagna base del gioco (la prima delle due), che funge proprio da addestramento pratico per il caccia francese, anche perché la storia parla proprio di due piloti di F-15C che vengono invitati ad un corso di volo sul Mirage in Georgia, a seguito degli avvenimenti narrati nella campagna F-15C: The Georgian War

Giocando la campagna mi sono accorto di quanto il Mirage, pure essendo un caccia molto più semplice e meno sofisticato dell'F/A-18C sia comunque un modulo molto più ostico da maneggiare, in parte per le caratteristiche di volo e in parte per i "francesismi" della sua avionica: proprio in questi giorni ho dovuto fare i conti con l'implementazione della modalità di bombardamento CCRP (Continuosly Computed Release Point), che non e' proprio il massimo dell'intuitività e non e' selezionabile, ma imposta in automatico in base al tipo di arma selezionata. Ok, il Mirage e' più un intercettore che un caccia da attacco al suolo, ma la cosa fa decisamente specie. 

Bon, in settimana vedrò di pubblicare le configurazioni per l'Hotas Warthog che ho creato fino a qui (F-5EII, F-15C, F/A-18C, L-39C, L-39ZA, M-2000C). Quanto alla missione Strike at Tunb Island Harbor, la potete già trovare da qualche giorno tra gli user files del sito di DCS World.


lunedì 5 ottobre 2020

Crysis Remastered - Recensione

Crysis, più che un videogioco un Benchmark: dal 2007 l'espressione "ma ci gira Crysis?" e' divenuta famosa fra tutti gli appassionati di PC Gaming e configurazioni hardware, grazie al gioco che ha alzato l'asticella della qualità grafica mettendo "alla frusta" anche gli hardware più preformanti dell'epoca. A distanza di ben 13 anni Crytek ha deciso di dare una bella spolverata al suo capolavoro aggiornandolo alle moderne tecnologie e rendendolo disponibile per tutte le piattaforme. Operazione riuscita? Su PS4 solo in parte...

L'Ottobre del giochi di ruolo (now playing - 04/10/2020).

Ottobre e' arrivato e con lui i primi freddi, i cibi autunnali e la tradizionale voglia di giocare di ruolo con il mio PC. In realtà come sapete ho già iniziato da una decina di giorni con  Baldur's Gate II EE: Throne of Bhaal, la cui partita si avvia oramai alla conclusione (mi mancano giusto un altro paio di dungeon) e dopo di lui il dilemma e' se riprendere in mano Pillars of Eternity 2: Deadfire o passare a Divinity: Original Sin 2 e completare il piano 2020, visto che mancano solo 3 mesi alla fine dell'anno. 

Riuscire a completarli entrambi (e finire anche il piano 2019) sarebbe grande ma dubito di poterci riuscire, vedremo dove riuscirò ad arrivare. Tornando un attimo a ToB, dopo aver completato assieme a i suoi compagni il durissimo dungeon della Fortezza dell'Osservatore, Lothair e' sulle tracce di Abazigal, terzo e penultimo de "I Cinque", i più potenti figli di Bhaal che si contendono il trono del signore dell'Omicidio.

Saltando ad altro argomento, proprio il 30 settembre e' stato rilasciato DCS A-10C II Tank Killer, aggiornamento del vecchio modulo DCS A-10C Warthog (che comunque rimane in quanto il nuovo sarà' visto che un aereo a se), il quale aggiunge diverse novità. Qui sotto potete vedere il tralier di presentazione, visto che per i possessori del vecchio Warthog il prezzo e' scontato in modo interrante (meno di 10 euro per l'upgrade) me lo sono regalato.

Un ultima cosa: come vi sarete accorti il blog al momento non ha una immagine di background. IL motivo e' un bug del nuovo editor di Google Blogger, che si rifiuta ostinatamente di mettere a tutto schermo le  immagini che carico. Nell'attesa che a Cupertino mettano una pezza al problema l'unica cosa che posso fare e' tenerlo cosi' nero o provare con un tile (perché le immagini che carico vengono visualizzate a dimensione thumbnail e affiancate) che possa fare al caso mio.


domenica 27 settembre 2020

Now Playing - 27/03/2020

Il Week-end e' oramai quasi finito ma sono riuscito a farlo fruttare, sia su PC che su PS4: la partita a Baldur's Gate II EE: Throne of Bhaal e' finalmente decollata, e tra sabato e oggi ho completato il primo capitolo, o per maggiore precisione, l'ottavo, contando tutto Baldur's Gate 2. Dopo aver eliminato Yaga-Shura, sono quindi arrivato con il mio party (Lothair, Sarevok, Dorn, Viconia, Hexxat e Edwin) nel ridente, si fa per dire, villaggio di Amkhetran, punto di partenza per lo scontro con il terzo dei 5 figli di Bhaal che devo eliminare per raggiungere il trono del signore dell'omicidio.

Allo stesso modo, sono andato bene avanti anche a Crysis Remastred, dove ho raggiunto il capitolo 9 e quindi superato la, per me, noiosa parte centrale (da qui e' tutta discesa). Dopo qualche altra ora di gioco posso dire che sono molto deluso dal comparto tecnico del gioco, che di fatto su console non e' migliore di quello della versione PC originale, anzi, a me pare addirittura inspiegabilmente peggiore, visto che l'hardware di una PlayStation 4 dovrebbe essere molto più prestante di quello del mio PC gaming del 2007, che riusciva a farlo girare discretamente. 

Non voglio dilungarmi ulteriormente sulla questione rimandandola alla sede più opportuna, ovvero la recensione. Nel frattempo l'obbiettivo e' quello di completare almeno uno dei due giochi in questa settimana e iniziare a pensare al passo successivo, tenendo ben presente che ho ancora 3 mesi di tempo per completare il Piano.


giovedì 24 settembre 2020

DCS World Open Beta 2.5.6.55363

  

Rilasciato ieri un nuovo e corposo update della versione Open Beta del client di DCS World, che porta la versione a v2.5.6.55363. Il change-log completo e' disponibile a questo link.


martedì 22 settembre 2020

Now Playing - 22/09/2020

Nonostante il poco tempo a disposizione sono riuscito a mettere a frutto il passato week-end su tutti e tre i "fronti" di gioco: innanzitutto ho iniziato la partita a Crysis Remastred, giocando quasi d'un fiato fino a meta' del terzo capitolo. Grafica pompata a parte (sebbene su PS4 questa si noti molto di meno), e' lo stesso buon vecchio Crysis di sempre, in bene e in male: i veterani del capolavoro di Crytek ritroveranno infatti le stesse meccaniche di gioco e gli stessi difetti del gioco originale. Come operazione nostalgia a me sta piacendo (e pure parecchio), ma i più giovani potrebbero non apprezzare il gameplay brutale da sparatutto vecchio stile.


 Secondo punto, ho sciolto la riserva sul gioco PC da iniziare e scelto di buttarmi su Baldur's Gate II EE: Throne of Bhaal. Ho iniziato la partita e giocato i primi 10 - 15 minuti riprendendo il party di Lothair, con il quale ho finito BG2:EE (essendo un party malvagio la conquista del trono del signore dell'Omicidio ci sta' tuta), droppando pero' il nano Korgan (RIP!) in favore di Sarevok, che sin dalla prima run a BG:ToB tanti anni fa mi aveva dato grande soddisfazione nonostante il mio party di allora fosse di allineamento buono. Detto sinceramente non ho un gran ricordo del capitolo finale di BG2, chissà se a distanza di tanti anni la versione Enhanced mi farà' cambiare idea.


Passando invece a DCS World ho diverse cose da dire: la prima e più' importante e' che la mia OCU sul Mirage 2000C sta procedendo bene e al momento sono in grado di padroneggiare l'uso dell'armamento AA del caccia.  Il Mirage e' molto diverso dall'Hornet: accelera molto più rapidamente e grazie alle sue ali a delta e' adatto per il combattimento di energia invece che di virata. Di contro pero' può trasportare solo 4 missili: due a medio raggio Fox 1 (a guida semi-attiva) e due a corto raggio a guida infrarossa o Fox 2 (qui la guida per capire i codici Fox), cosa che obbliga a far contare ogni colpo sparato. A compensare questa almeno parzialmente questa limitazione c'è pero' il doppio cannone  DEFA-554 da 30mm, capace di fare a pezzi con pochi colpi qualsiasi nemico. 

Devo dire che nonostante diversi francesismi, nella logica di funzionamento della sua avionica, il caccia transalpino mi sta' piacendo parecchio: ancora un altra decina di giorni di addestramento teorico e pratico sarò pronto per affrontare le 3 campagne che lo vedono come protagonista e che ho a disposizione. Il Mirage mi da lo spunto per introdurre il secondo punto legato a DCSW: il modulo di Razbam ha parecchi dei comandi richiesti per la configurazione dell'HOTAS non assegnati a tasti della tastiera, cosa comune ad altri moduli (anche l'F-16C) e che ai tempi dell'X56 mi aveva costretto a creare una configurazione "ibirda" tra software di configurazione proprietario dello stick e menu' di configurazione dei controlli di DCSW.

Essendo pignolo e amante dell'uniformità, ho deciso di seguire il consiglio ricevuto da parecchi altri giocatori del simulatore di Eagle Dynamics e passare dalle configurazioni per l'HOTAS Warthog fatte con il software  T.A.R.G.E.T. a quelle fatte direttamente dal menu' di DCSW. In questo week end ho convertito quelle fatte in precedenza per i moduli F/A-18C, F-5E e creato quella del M-2000C. Devo dire che pensavo fosse molto più complicato e invece, sebbene meno potente e flessibile rispetto al T.A.R.G.E.T., la configurazione tramite DCSW liscio si e' rivelata parecchio semplice, anche grazie al modo in cui sono organizzate le mappe comandi dei moduli, che sono state molto ben studiate per l'uso con gli stick da simulazione. Appena saranno pronte anche quelle per l'L-39ZA e F-15C rilascerò il nuovo pacchetto nella pagina dei Downloads.

Infine, la mia missione per l'Hornet: Strike at Tunb Harbor e' pronta e sarà rilasciata a breve, ma i dettagli di questo punto li metterò in un post apposito.

 

venerdì 18 settembre 2020

E' uscito Crysis Remastered!

 A quanto pare ho trovato cosa giocare su PS4:


 Il tempo di caricare cuffie e DualShock e stasera si parte! 😋


giovedì 17 settembre 2020

Now Playing - 17/09/2020

 

Nella settimana trascorsa dal precedente Now Playing ho mantenuto l'impegno che mi ero preso di giocare solo ed esclusivamente a Kingdom Come: Deliverance, investendoci almeno un 10 - 15 ore, giusto per scoprire che  non fa per me: ok lo Skyrim senza magia e la grafica impressionante ma non sono riuscito ad entrare nel clima del gioco e ho quindi deciso di dropparlo. Spiace, ma non ho alcuna intenzione di passare altre decine di ore dietro ad un titolo con il quale non mi diverto.

Con cosa rimpiazzarlo? La scelta naturale sarebbe  Pillars of Eternity 2: Deadfire, ma potrei anche buttarmi su qualcosa di più "soft", come Baldur's Gate II EE: Throne of Bhaal, per chiudere il ciclo di BG, o Lust for Darkness o anche Commandos 2 HD  Remaster.  Mi prendo il resto della settimana per pensarci e decidere.

In compenso, piano piano  "Strike at Tunb Island Harbor" sta venendo su bene: grazie a i consigli e suggerimenti raccolti sul forum di ED ho aggiunto gli audio delle comunicazioni tra volo e controllo, generandoli con un piccolo programma di text-to-speech, creato una kneeboard customizzata e rimaneggiato per l'ennesima volta l'armamento per la missione. Credo comunque di esserci, giusto un altro paio di test e potrò passare alla seconda fase, ovvero la conversione della missione per Supercarrier

 

venerdì 11 settembre 2020

Thrustmaster HOTAS Warthog - Recensione

 

Nonostante negli ultimi anni si siano ridotti ad un genere di nicchia, i simulatori di volo si sono comunque evoluti fino ad un livello di realismo che una volta era possibile solo con i costosissimi sistemi di addestramento militare. Non di meno, le periferiche di gioco a loro dedicate hanno avuto la stessa evoluzione:  dai semplici Joystick analogici da collegare alla porta giochi della scheda audio si e' passati  ai moderni sistemi stick+manetta con capacita' HOTAS, del tutto identici a quelli usati su i veri caccia. Thrustmaster e' sempre stata una delle aziende leader di questo settore, producendo dispositivi costosi ma anche di grandissima qualità, proprio come l'HOTAS Warthog, che andremo ad esaminare in questa recensione...